Ci sono diverse modalità per Dare degna sepoltura un proprio caro venuto a mancare che forse non tutti conoscono. Si può predisporre una sepoltura diversa in base la persona che non c’è più ma anche la famiglia può decidere che cosa fare grazie al pieno sostegno di una valida impresa funebre a Roma. Negli ultimi tempi, sempre più persone scelgono la cremazione rispetto invece ad altre soluzioni molto più utilizzate in passato rispetto ad oggi come per esempio la tumulazione nella cappella di famiglia oppure la classica inumazione. Può essere utile a capire meglio che cos’è la cremazione, come si svolge il funerale in questo caso e anche quali sono i dettagli.

Che cosa si intende per la cremazione

Si parla di cremazione quando non viene conservata e interrata la bara con la salma ma questa viene invece portata con i mezzi della impresa funebre a Roma presso il forno crematorio. il corpo all’interno della bara viene incenerito e si conservano quindi Le ceneri che ne derivano all’interno di un’urna sigillata.

Come si svolge il rito funebre

Concretamente, il rito funebre si svolge pressoché nello stesso modo con la bara in legno perché però è di tipo provvisoria. La principale differenza si ha alla fine della funzione; invece di trasferirsi presso il cimitero per la sepoltura, sono il momento in cui saranno pronte le ceneri, cioè un paio di giorni al massimo, si procede con la fase della sepoltura presso il cimitero scelto. Ci sono delle sezioni apposite del cimitero dove vengono conservate le ceneri dei defunti.

Dove vengono conservate le ceneri

In genere, a differenza di quello che alcune persone pensano in merito alla cremazione, l’urna viene sistemata sul cimitero e non viene invece conservata in un altro luogo, sebbene esista comunque la possibilità di farne richiesta presso il Comune. E altresì difficile disperdere le ceneri in un luogo diverso poiché le normative indicano che la dispersione delle ceneri deve avvenire solo e unicamente in luoghi lontani dai centri abitati e dalle persone.