Uno dei valori principali che consentono alla caldaia di funzionare correttamente quello che riguarda la pressione. Si tratta di un valore che il tecnico della caldaia verifica puntualmente. Inoltre, bisognerebbe anche farlo in autonomia per prevenire malfunzionamenti. In Questa breve guida che segue, È possibile scoprire qual è il valore corretto della pressione e anche che cosa fare in caso di alterazioni.

Il valore corretto della pressione

Perché la caldaia funzioni in modo corretto, il valore della pressione deve essere incluso tra uno e due bar. Per verificare questo valore è sufficiente controllare l’indicatore più presente nella parte frontale dell’apparecchio. Di solito, nelle caldaie di ultima generazione il valore della pressione viene riportato sul display elettronico.

Pressione troppo alta: che cosa succede e come risolvere

Nel momento in cui il livello della pressione supera i due bar, significa che eccessiva. In questo caso, si possono registrare dei malfunzionamenti come termosifoni che perdono acqua. Quando la pressione è eccessiva, possono esserci perdite di acqua anche dalla caldaia stessa.

Per risolvere questa situazione vale la pena sfiatare i termosifoni. Si tratta di aprire la valvola del termosifone e far uscire in alcuni casi può fuoriuscire condensa e vapore acqueo. Bisogna lasciare aperta la valvola del termosifone fino a quando escono tutte le bolle d’aria che possono essere l’origine del problema. Se la pressione non dovesse abbassarsi, bisogna fare riferimento al tecnico di fiducia.

Pressione troppo bassa: che cosa succede e come risolvere

Quando la pressione della caldaia è inferiore a 1 bar, dopo bassa e possono esserci diversi problemi. È Facile accorgersi di una situazione di questo tipo perché non esce acqua calda dal rubinetto. Inoltre, i termosifoni possono fare fatica a riscaldarsi e restare tiepidi.

Per alzare la pressione della caldaia è sufficiente introdurre la nuova acqua nel circuito proprio dall’rubinetto che si trova nella parte inferiore dell’apparecchio. Basta lasciarlo aperto per cinque secondi al massimo. Se il problema dovesse persistere, meglio prendere subito un appuntamento facendo clic su www.caldaiebaxi.it