Uno dei disturbi che più speso spinge ad andare dal proctologo Milano è la colite, nota anche come sindrome del colon irritabile. Vediamo di capire meglio che cos’è, quali sono i sintomi e le cause.

Colite: che cos’è

La colite è uno strato infiammatorio di un tratto dell’intestino, più precisamente del colon, chiamato anche intestino crasso. È una di quelle patologie che si presenta soprattutto nei paesi sviluppati per ragioni ancora non del tutto note.

Si possono distinguere diversi tipi di colite; quella acuta insorge rapidamente e spesso è legata a un’infezione. Se la colite è cronica, invece, è più lenta e si sviluppa nell’arco di settimane o mesi anche. In questo caso, si parla più specificatamente di sindrome del colon irritabile.

Colite: le cause

Tra le cause principali della colite ci sono infezioni, malattie e patologie infiammatorie a carico dell’intestino come il morbo di Crohn. Ci possono esser reazioni allergiche e intolleranza ancora sconosciute ad alcuni gruppi di alimenti, motivo per cui si procede ad esami specifici in tal senso. Si tratta di un problema che può essere scatenato da una dieta sregolata.

Colite: sintomi

I sintomi di una colite sono classici sintomi del tratto gastrointestinale, quindi comprendono diarrea e / o stitichezza, crampi addominali, flatulenza e meteorismo, muco o anche sangue nelle feci.

Colite: come si cura

Per curare la colite, il proctologo Milano può prescrive alcuni farmaci antibiotici o anche antimicotici per eliminare la causa scatenante. Spesso però si fa ricorso a farmaci antiinfiammatori che aiutano a ridurre lo stato infiammatorio e servono per alleviare i dolori.

Inoltre, spesso la colite si cura facendo più attenzione alla dieta. Quando si tratta di problemi intestinali, l’alimentazione gioca sempre un ruolo fondamentale, infatti. Soprattutto quando l’infiammazione è dovuta ad allergie e intolleranze, si prescrive una dieta specifica. Il medico indica con precisione quali sono tutti gli alimenti vietati e quali invece concessi che possono aiutare a regolarizza l’evacuazione evitando periodi di stitichezza seguiti a ruota da problemi di diarrea, come spesso succede a chi soffre di colon irritabile.