Possono esser molti e diversi i materiali per avere un corretto isolamento. Si parla nel dettaglio di lana di vetro, la di roccia, fibroceramica, vetro cellulare, polistirolo, polietilene espanso, resie fenoliche, calcio silicato, aerogel e molti altri ancora. Vediamo nel dettaglio alcuni di questi materiali che hanno le caratteriste migliori.

Polistirolo. I pannelli coibentati possono essere in polistirolo e infatti è uno dei materiali che viene più utilizzato in questo settore perché garantisce un ottimo risulto senza costare troppo, anzi, è piuttosto economico. Il materiale è costituto da perle espandibili che poi vengono espanse con vapore e lavorate con lo stampaggio.

Lana di roccia. Per ottenere un buon livello di isolamento, si usa molto anche la lana di roccia. Si tratta di un prodotto che viene ottenuto tramite la fusione di e la filatura di rocce naturali. Le quali vantano ottime caratteristiche isolanti e termiche. La lana di roccia isola anche dai rumori, come d’altronde fanno la maggior parte di questi materiali utilizzati per la coibentazione delle case.

Polietilene espanso. Il prodotto che si usa per isolare gli ambienti domestici e non solo, si ottiene tramite l’iniezione di un gas che espande la materia. Questo prodotto è costituito da micro celle chiuse che donano al prodotto anche la proprietà dell’impermeabilità. È resistente a qualsiasi tipo di pressione ed è anche un po’ flessibile per poterlo propinare anche in punti un po’ ostici. Lo si usa sia per isolare termicamente ma anche acusticamente, come avviene tra un piano e l’altro per impedire il passaggio di rumori del calpestio, per esempio.

Lana di vetro. In questo caso, il materiale che serve per realizzare i pannelli coibentati si realizza utilizzando residui vetrosi partenendo anche dalla sabbia per creare dei fialmenti che vanno a comporre i panelli da installare fuori casa, ma a volte anche dentro, in base alle singole esigenze. Ha ottime caratteristiche isolanti e infatti lo si usa spesso per ottenere il giusto grado di coibentazione, impendendo così lo scambio termico tra dentro e fuori.