Il ferro

I rottami ferrosi possono essere portati presso il compro metalli a Milano per venderli e avere un guadagno. Non importa se si tratta di metallo arrugginito, mal conservato, rotto etc. poiché ciò che incide sul valore della somma guadagnata è unicamente il peso del metallo. Qualsiasi sia lo stato di conversazione del ferro non importa ai fini del pagamento poiché non incide sul corrispettivo.

Il rame

Il rame è un metallo che ha un buon prezzo così chi lo porta al compro metalli a Milano ha un guadagno eccellente. Il rame si presenta con un colore che tende quasi al rosa – arancione ma diventa scuro se non è lucidato. Per via del suo colore, oggi si usa il rame anche in gioielleria, magari combinandolo con l’oro per ottenere una lega particolare: l’oro rosa.

Il piombo

Il piombo è un metallo molto usato che viene anch’esso pagato a peso presso i centri che operano in questo settore. Si tratta di un’attività che fa guadagnare e fa anche del bene al pianeta, riducendo la quantità di rifiuti: infatti, i metalli che finirebbero buttati via vengono recuperati, riciclati e reimmessi nel sistema produttivo.  Sono di piombo, per esempio, le batterie degli autoveicoli.

L’alluminio

Uno dei metalli più diffusi è l’alluminio che ha il vantaggio perciò di essere facile da trovare. In altro vantaggio dell’alluminio che può essere riciclato infinte volte senza mai perdere le sue caratteristiche. Per esempio, le lattine vuote sono perfette per essere venture al compro metalli.

L’ottone

Al compro metalli a Milano vengono accettati anche altri metalli come l’ottone. Si tratta della prima attività che permette di avere un bel guadagno senza fare pressoché+ nulla di faticoso, se non raccogliere un po’ di rottami. Il metallo viene pagato a peso perciò più se ne porta, più sarà alto il guadagno

L’acciaio

Un altro metallo che ha un grande valore è l’acciaio che è sempre richiestissimo dalle aziende che lo usano per diversissimi scopi. Una volta che l’acciaio viene portato al centro metalli, qui viene pulito, rifuso e reso in lastre o fili e rivenuto alle industrie, trasformandosi così da rifiuto a materia prima.